Natale senza fare regali ai bambini: si può?

natale senza regali per bambini si può

Distratti dai mille impegni della routine quotidiana, che finiscono inevitabilmente per assorbire enormi quantità di tempo che andrebbero destinate anche a stare insieme ai loro bambini, sono molti i genitori che cercano di rimediare al senso di colpa per la scarsa disponibilità con un bel regalo. Grazie a internet, infatti, oggi è facilissimo scoprire quali sono i giocattoli del momento e sceglierne uno in pochissimo tempo, con un semplice click.

Il rischio è che i bambini diano i regali per scontati, sicuri di ottenerli come se fosse necessario esaudire i loro desideri a prescindere, mentre alla loro età, in cui è fondamentale prendere confidenza con le basi dei meccanismi che regolano la vita vera, sarebbe per loro molto più utile imparare – se non l’hanno ancora fatto – che certe cose vanno conquistate, o almeno meritate. E infatti ci sono genitori che rappresentano delle rare eccezioni, che ritengono che i regali (specie quelli per i loro figli) non siano un banale compito a cui assolvere. Al contrario possono servire come mezzi per chiedere ai loro figli di essere più bravi, di comportarsi meglio, combattendo in questo modo l’inevitabile deriva egoistica a cui è condannato un bambino che viene soddisfatto in ogni suo capriccio.

Dal sito Overthebigmoon.com arriva l’esempio di Lisa Henderson, una mamma americana che, d’accordo con suo marito, nel 2015 prese la decisione di non fare i regali di Natale ai suoi bambini, perché questi nel corso dell’anno, nonostante i richiami dei loro genitori, si erano dimostrati costantemente egoisti. Ovviamente ai loro figli non mancava nulla: bei vestiti, giocattoli in quantità tale da non riuscire mai a ordinare la stanza, etc, ma quell’anno in particolare i bambini dovettero trascorrere un Natale diverso dal solito.

Se non imparate ad essere più generosi, ci saranno delle conseguenze“, avevano detto i genitori, e così è stato. Il budget dedicato all’acquisto dei regali di Natale è stato dirottato per l’acquisto di regali solidali per persone bisognose. E i figli di Lisa hanno risposto alla grande, apprezzando l’idea di poter fare e dare tante cose a chi era meno fortunato di loro. Così, grazie a quel Natale “in punizione”, i bambini hanno imparato a concentrarsi meno su sé stessi e sui loro desideri, e un po’ più sugli altri.

Naturalmente una decisione del genere ha creato un po’ di scalpore sul web, sollevando le polemiche di tante mamme che in nessun caso avrebbero privato i loro figli dei regali di Natale. A noi comunque piace pensare che, tra i tanti regali di Natale per bambini che si possano ricevere, imparare una lezione è uno dei più preziosi, perché forma gli uomini di domani. E comprendere l’importanza del donare non è solo giusto, ma in fondo è anche l’essenza stessa del Natale, non credete?

Vota l'articolo!

0 su voti

Diventa Fan!