Regali Tecnologici per Bambini e Bambine

regali tecnologici bambini

La tecnologia è sempre più parte del mondo di oggi, figuriamoci quanto sarà importante nel mondo in cui domani vivranno da adulti i nostri bambini! Ecco perché scegliere di regalare a un bambino un prodotto hi-tech, o comunque un giocattolo che funzioni grazie alla tecnologia, è senza dubbio un’idea vincente perché, oltre a rivelarsi divertente e/o educativa in base al regalo specifico, può favorire l’approccio positivo egli avrà verso la tecnologia anche in futuro.

Alcune persone (per fortuna poche) quando sentono parlare di giocattoli “smart”, prodotti hi-tech e altri oggetti tecnologici dati in mano ai bambini, storcono il naso a prescindere, perché secondo loro la tecnologia sarebbe un male dal quale tenere alla larga i bambini per più tempo possibile.

Niente di più sbagliato! Innanzitutto perché non c’è motivo di rallentare lo sviluppo di confidenza dei bambini nei confronti di strumenti che oggi servono loro per imparare e domani serviranno anche per lavorare e stare al mondo, e poi perché i disturbi legati alla tecnologia risiedono nell’uso incontrollato che i genitori poco attenti lasciano farne ai loro figli.

Usata nel modo corretto, il che significa controllando tempi e modi di fruizione, si può facilmente prendere il meglio di quello che offrono questi prodotti, eliminando del tutto o limitando moltissimo gli effetti negativi.

Per tutti quelli che hanno deciso di fare un regalo tecnologico ai loro bambini, e anche per quelli curiosi che ancora ci stanno pensando, facciamo una breve panoramica sui principali dispositivi e giocattoli hi-tech tra cui scegliere.

Dispositivi Hi-Tech per Bambini

Videogame & Console

I videogiochi sono tra i regali più apprezzati dai bambini, perché permettono loro di vestire i panni di personaggi che di solito hanno conosciuto e apprezzato attraverso la televisione (ad esempio cartoni animati) e vivendo incredibili avventure. Ovviamente molti videogame sono prodotti per ragazzi più grandi e adulti, quindi è il caso di verificare sempre la classificazione PEGI quando comprate un nuovo titolo per un bambino.

Certo che senza il dispositivo per giocare il videogioco serve a poco o nulla, perciò un’altra idea regalo di cui tenere conto è la console di gioco (PS5, Xbox Series X, Nintendo Switch, etc). Ovviamente in questo caso ci troviamo di fronte a un prodotto che può costare diverse centinaia di euro, perciò è da un lato un regalo apprezzatissimo, perché segna una vera e propria nuova era di divertimenti, ma dall’altro richiede di solito un’occasione davvero speciale (ad esempio un compleanno particolarmente significativo, ad esempio 10 o 15 anni), o quantomeno un accordo di partecipazione tra più persone che metteranno assieme la cifra per acquistarlo.

» Vai alla pagina “Videogiochi per bambini”

Tablet

Se i videogiochi sono pensati soprattutto per intrattenere, l’aspetto educativo digitale appartiene alle app che i bambini trovano sui tablet: studio delle lingue con tanto di quiz ed esercitazioni, realtà aumentata che permette di giocare ed imparare anche usando oggetti offline come carte e tabelle, ma anche videochiamate per incontrare virtualmente insegnanti, compagni di scuola e non solo.

Ovviamente non tutti i modelli sono uguali, in primis perché sono pensati per bambini di età diverse, che hanno quindi diverse necessità. In secondo luogo, come per tutti i prodotti hi-tech di cui esiste la corrispondente versione “per bambini”, ci sono dispositivi più orientati al giocattolo e quelli invece che vantano caratteristiche tecniche più “serie” in termini di performance, connettività e longevità (ad esempio più memoria RAM, connessione 4G, Bluetooth, etc).

Se vi interessa questo genere di regalo, potete leggere a questa pagina la guida che abbiamo dedicato alla scelta del tablet per bambini.

Fotocamere

I tablet hanno il merito di poter unire l’aspetto educativo a quello del divertimento, e quasi tutti i modelli hanno ormai anche la fotocamera integrata (alcuni addirittura anteriore/posteriore), che offre la possibilità di realizzare video e scattare foto. Come accade nel mondo degli adulti, però, i veri appassionati di fotografie usano i loro smartphone per condividere le immagini che invece scattano con le fotocamere, che restano i dispositivi ideali per chi vuole esplorare a fondo il mondo della fotografia senza dover rinunciare alla qualità del risultato.

Insomma, se abbiamo a che fare con dei piccoli-grandi appassionati di fotografia, che magari seguono le orme della mamma e/o del papà, non è il caso di accontentarsi di quello che offre uno smartphone o un tablet per bambini, perché il regalo tecnologico più adatto è senza dubbio una fotocamera digitale!

» Migliori fotocamere per bambini

Smartwatch

Siamo di fronte all’ultima frontiera del regalo tecnologico declinato nella versione per bambini, così all’avanguardia che giustamente molti genitori si domandano “Ma perché mai dovrei regalare uno smartwatch a un bambino?“, oppure “Cosa se ne farà mai, visto che ha già il tablet o lo smartphone?“.

Interrogativi del genere sono molto comuni e assolutamente legittimi, ma a pensarci bene le stesse domande possono valere anche molti prodotti e altre situazioni. Cosa se ne fanno i bambini (ma anche noi) di un orologio quando l’ora si può leggere sul cellulare o sul computer che molti di noi usano per lavoro?

Tra l’altro non dovete pensare agli smartwatch per bambini come concentrati di tecnologia sofisticata (che sarebbe giustamente eccessiva nelle mani anzi ai polsi dei bambini), perché sono poco più che orologi giocattolo, con qualche giochino e alcune funzioni, tra le quali la più utile è forse quella di tracciamento GPS (solo su alcuni modelli) che può aiutare a tenere sotto controllo la posizione dei propri figli.

Giocattoli Tecnologici

Bambolotti e Peluche interattivi

Fino a qualche decina di anni fa, il massimo che potevamo chiedere a un peluche poteva consistere nell’essere morbido. Poi negli anni ’80  arrivarono i primi pupazzi che andavo a batterie e che avevano installata all’interno una piccola lampadina, un piccolo carillon o in alcuni casi anche un piccolo registratore, così da poter emettere luci e suoni, eventualmente anche ripetendo brevi frasi. Il tutto doveva essere azionato manualmente tramite pulsanti posizionati su una parte del corpo del pupazzo, ad esempio sul cuore o sulle zampe dell’animale di pezza. Quasi le stesse funzioni si potevano trovare sui bambolotti da accudire che venivano regalati alle bambine.

Oggi i peluche sono diventati giocattoli tecnologici, sviluppando nuove e più sofisticate funzioni. Sono diventati “interattivi” e possono riconoscere alcuni comandi o persino alcuni gesti dei loro piccoli padroni, proprio come fanno i bambolotti nei confronti di quello che dicono o fanno le loro “mammine per gioco”. A seconda del modello, la reazione può essere una risposta vocale, una serie di suoni, delle emissioni luminose ma anche dei movimenti veri e propri (in alcuni casi addirittura dei passi di danza).

Se volete fare un regalo di questo tipo, potete cominciare col dare un’occhiata ai più popolari peluches parlanti a questa pagina.

Robot Giocattolo

Se il bambino o la bambina in questione amano la tecnologia, perché regalare loro animali di pezza e bambolotti di plastica che sembrano robot, quando esistono i robot giocattolo?

Destinati generalmente a bambini che sono almeno in età scolare, i robot giocattolo hanno molte funzioni interattive di base, ma possono anche essere programmati seguendo le procedure descritte nei piccoli manuali che accompagnano questi giocattoli super tecnologici.

» LEGGI ANCHE: Migliori Robot Giocattolo

Radiocomandati

La novità degli ultimi anni sono i droni, una vera fissa per molti papà e di conseguenza desiderio convinto anche di molti bambini. Nonostante se ne parli moltissimo e ci siano tantissimi modelli anche a poco prezzo su internet che sembrino poco più che giocattoli, la verità è che per essere considerati tali a livello normativo c’è bisogno di alcune marcature sul prodotto, e cioè questo deve riportare li marchio CE e l’etichetta relativa all’età, ad esempio “8+”, “10+”, etc, come su qualunque altro prodotto destinato all’uso dei bambini. Fate dunque attenzione alla presenza di queste sigle (attenzione perché da “14+” in su il drone non è più un giocattolo), perché altrimenti per volare dovrete attenervi alla normativa ENAC).

Se volete maggiori informazioni:

Ma non ci sono solo i droni! Per chi vuole pilotare qualcosa di più classico (e soprattutto di più stabile e probabilmente duraturo) ci sono sempre le macchine radiocomandate.

Altre Idee

Altre idee regalo tecnologiche per i bambini le trovate tra i giochi STEM (quelli – diciamo – per bambini “cervelloni” che amano le materie scientifiche) ma anche in alcuni dispositivi sonori – secondo noi molto originali – che ad esempio permettono ai bambini di ascoltare e al tempo stesso creare nuove versioni delle loro favole preferite, come nel caso de “La Fabbrica delle storie Lunii“.

Condividi!
  •  
  •  
  •  
  •