Top 10 Console con Videogiochi Portatili per Bambini

console e videogiochi portatili per bambini

Difficile trovare dei bambini che non amano i videogiochi, per questo i videogames sono tra i regali più gettonati, spesso già a partire dalla fascia 5-6 anni.

Quando però parliamo di regalare un videogioco, parliamo quasi sempre di un titolo da usare assieme a una console fissa (Playstation, Xbox, etc), portatile (Nintendo Switch, DS, etc), o almeno un PC (desktop o laptop), ma capita sempre più spesso che i bambini, soprattutto i più piccoli, preferiscano giocare con le app che trovano a disposizione sullo smartphone o sul tablet, dispositivi ideali perché si possono portare comodamente ovunque, sia in viaggio che – banalmente – al ristorante, dove mamma e papà potrebbero intrattenersi un po’ più a lungo coi loro amici.

Per evitare che i bambini danneggino i dispositivi che i loro genitori usano tutti i giorni, magari anche per lavoro, sarebbe forse il caso di acquistare un cellulare tutto per loro (qui trovate la guida ai migliori smartphone per bambini), ma se lo scopo è solo quello di giocare, magari divertendosi alla guida di una macchina sportiva, a vestire e scegliere il look di una principessa, a disegnare oppure a raccogliere bonus con un personaggio di fantasia, allora forse è più opportuno acquistare una piccola console portatile.

Le console portatili non sono dispositivi complessi come gli smartphone o i tablet, che offrono la possibilità di navigare in internet, guardare video e scaricare nuove app, ma si limitano ad offrire tanti giochi con cui divertirsi (di solito un numero piuttosto ampio). Certo non stiamo parlando di console portatili come la Nintendo Switch, che ha tanti giochi che si comprano a parte, ma di quelle molto più economiche (e spesso di produzione cinese) che hanno già tutto incluso.

Ma perché acquistare una console con videogiochi portatili per bambini? I vantaggi ci sono e riguardano soprattutto:

  • SICUREZZA
    In primis non hanno il GPS e quindi non possono essere localizzate (scoprendo anche la posizione del bambino). Inoltre dispongono di giochi ben precisi, che di norma non possono essere ampliati (nei casi dove possibile serve comunque l’intervento di un adulto) e quindi i bambini non rischiano di venire a contatto con contenuti inadatti a loro, nemmeno per caso o per errore.
  • PREZZO
    Difficilmente riuscirete a spendere più di 50 o 60 euro per una console portatile di questo tipo, e in questi casi avrete a disposizione addirittura centinaia di giochi. I modelli più economici costano appena 20 o 30 euro, il che significa tanti problemi in meno se il bambino o la bambina per caso la rompono. Nel dubbio controllate sempre se è disponibile la lista dei giochi, in modo da non rischiare di restare delusi dall’assenza di qualche titolo che speravate di trovare.
  • PORTABILITÀ
    Piccole e praticamente tascabili, occupano più o meno lo spazio di un tablet e quindi si portano nella borsa o persino in un bel marsupio.
  • NON CONCORRENZA
    I piccoli hanno i loro videogiochi a portata di mano, i grandi possono usare senza problemi i loro più costosi e più delicati cellulari
  • DIVERTIMENTO PER TUTTI
    Spesso i giochi inclusi in queste console portatili sono del genere “retrò“, ossia videogames che erano molto famosi negli anni ’80/’90 (Super Mario Bros vi dice niente?) e si usavano sulle vecchie console fisse a 8 bit. Questo significa che in molti casi i papà possono alternarsi coi figli durante le partite, e che i bambini possono condividere con più soddisfazione le loro scoperte e i loro record raggiunti col gioco.

Migliori Console Portatili per bambini

Se il discorso sui videogiochi portatili vi ha incuriosito e vi è venuta voglia di dare un’occhiata alle console disponibili vi lasciamo alla classifica dei modelli più venduti del momento su Amazon.

Diventa Fan!